A SPASSO IN EUROPA | 

Scoprite uno modo unico di vivere la natura comodamente seduti guardando, come in un film, scorrere i panorami della vallate alpine, le cascate e i torrenti.

Tra i treni panoramici della Svizzera, il mitico Bernina Express da Tirano in Valtellina sale fino ai 2.253 metri del Passo sotto le vette del massiccio del Bernina offrendo lo spettacolo dei laghi glaciali fino a raggiungere l’Engadina con un continuo saliscendi sulle montagne del Canton Grigioni. 

Quasi tutto il percorso è stato inscritto recentemente dall’Unesco nei siti patrimonio dell’Umanità.

E' Tirano la porta d'ingresso in Svizzera per chi sceglie questo itinerario; da qui partono i trenini rossi che giungono, dopo 144km a Coira, capoluogo del cantone dei Grigioni passando da Sankt Moritz. In 38km si passa dal fondovalle di Tirano, a 438 metri sul livello del mare, agli oltre 2000 del passo del Bernina. Una scelta fatta per ragioni turistiche perchè, osservando la crta geografica, si nota che la via più breve e facile di comunicazione tra Sankt Moritz , il cantone dei Grigioni, la Valtellina e Milano è quella che passa dalla val Chiavenna in Italia e dalla Val Bregaglia e il passo del Maloja in Svizzera. La sua costruzione durò solo 4 anni, dal 1901 al 1910. Il treno percorre un tracciato assai tortuoso arrampicandosi a spirale sui monti della val Poschiavo, con tratti dove la pendenza è del 70 per mille, all'estremo limite della trazione normale: oltre questa pendenza infatti il treno non riuscirebbe a salire se non con l'aiuto di una cremagliera. Il Bernina Express è così la linea a maggior pendenza esistente al mondo. Che questo non sia un viaggio come tutti gli altri lo si capisce subito dalle carrozze panoramiche che hanno pareti e parte del tetto in vetro per lasciare la massima visuale. La velocità è bassa ed il paesaggio è unico. Si sale lungo la valle di Poschiavo e, prima di arrivare in paese, sulla destra si vede il Lago di Poschiavo. Poi il treno si infila tra le case de paese, a 1014 metri di quota. 

Durante l'inverno, incessantemente giorno e notte, uomini e mezzi delle Ferrovie Retiche  lavorano per tenere i binari liberi dalla neve. Le forti nevicate, infatti, e le slavine bloccano spesso - d'inverno - il passo del Bernina rendendo il treno l'unico mezzo di collegamento tra i Grigioni e la Valtellina. 

La salita continua fino ad Alp Grum, con una serie di curve e controcurve sempre immersi nel bosco per poi passare da Ospizio Bernina, punto più alto della linea. A gennaio, tranne rare eccezioni il treno viaggia in mezzo a una trincea di neve alta più di tre metri. 

Nessuno abita da queste parti. Lentamente comincia la discesa, Pontresina e Celerina per poi arrivare a St. Moritz, il capolinea del treno nell'Alta Engadina.

1/3

Itinerario di 2 giorni/1 notte

1 notte in rifugio

Trattamento di pernott. e prima colazione.

 

Primo giorno
Partenza da Milano Centrale a Tirano e prosecuzione col trenino rosso da Tirano a Pontresina, All'arrivo si sale sulle carrozze trainate da cavalli che in un'ora raggiungono la Val Roseg. 

Rientro con le carrozze a Pontresina e da lì si raggiunge il rifugio sul Passo del Bernina/AlpGrum. Cena libera e pernottamento.
Secondo giorno
Prima colazione in rifugio e rientro a Tirano (circa 1 treno ogni ora), e prosecuzione per Milano.

La vostra vacanza INTRENO è sempre disegnata su misura adattandola alle vostre esigenze. Contattateci per un preventivo.

1000MONDI SAS - C.so STRADA NUOVA 77 PAVIA - T.0382539753 F.0382539752 - P.IVA 02358310189 - AUT.716/2011

Photo Credits

Scrivici