logo_inauto.png
targa_italia.png
targa_europa.png
targa_mondo.png

sulle strade del Mondo

Il verde incontaminato dei parchi nel Nord America, il sole dei Caraibi con le tracce di storia lasciate da civiltà estinte, i ghiacciai ed i deserti del sud del mondo o i suggestivi tramonti africani.

Tantissimi itinerari ai quattro angoli del mondo, dal vicino medio-oriente fino arrivare downunder, "laggiù di sotto" come sono soliti gli Inglesi riferirsi al continente australiano.

 Chilometri e miglia di strade, tra paesaggi incredibili, dove trionfa la natura e la voglia di scoperta, dove la vacanza in libertà si respira giorno per giorno.

Canada | Go Est

Un itinerario per scoprire l'Est canadese, fatto di bellissime città dall’aspetto americano e col cuore francese, circondate da una natura straordinaria. 

Image by Rachael Annabelle
Image by Jaunathan Gagnon
Image by Rich Martello

Si partirà da Toronto, centro commerciale e culturale del paese, per poi raggiungere Niagara e le sue famose Cascate, quindi costeggiando le rive del Lago Ontario e poi lungo campagne ondulate, Ottawa - capitale e sede del Parlamento-.

Il viaggio proseguirà poi, verso le montagne Laurenziane e la regione del grande Lac Saint Jean, le cui acque, alimentate da quattro fiumi, si riversano nel fiume Saguenay.

Tappa successiva e suggestiva, sarà la regione del Saguenay dove costeggerete un magnifico fiordo che si estende per circa 105 km ed è profondo fino a 250 metri. 

Seguendo il corso del fiume arriverete al piccolo borgo di Tadoussac, dove potrete osservare le balene e lo straordinario ambiente marino.

Percorrendo la stupenda regione dello Charlevoix si arriverà a La Malbaie per poi raggiungere, attraverso i tipici villaggi franco-canadesi, Quebec City.

La città è patrimonio UNESCO e unica città fortificata di tutto il Nord America; un vero gioiello con le vie acciottolate dei suoi vecchi quartieri tra ristoranti e piccole boutique. 

Risalendo il San Lorenzo. si arriverà all'ultima tappa di questo viaggio, Montreal, seconda città del Canadae e la più grande metropoli di lingua francese dopo Parigi. Posta esattamente a metà strada tra la costa occidentale d‘Europa e Vancouver,

la città saprà colpirvi con le tracce di entrambi i continenti sia nell’aspetto che nello spirito.

Giorno 1: TORONTO

Giorno 2: TORONTO - NIAGARA - TORONTO

Giorno 3: TORONTO - OTTAWA

Giorno 4: OTTAWA - TREMBLANT

Giorno 5: TREMBLANT

Giorno 6: TREMBLANT - ST. FELICIEN

Giorno 7: ST. FELICIEN - SAGUENAY

Giorno 8: SAGUENAY - TADOUSSAC - LA MALBAIE

Giorno 9: LA MALBAIE - QUEBEC CITY

Giorno 10: QUEBEC CITY

Giorno 11: QUEBEC CITY - MONTREAL

Giorno12: MONTREAL

Giorno13: MONTREAL

 

Canada | Quebec, splendida natura

Un itinerario che vi porterà alla scoperta del Quebec, lo stato più francese del Canada, una sorta di nazione dentro la nazione.

Colonia francese per oltre due secoli, il Québec appartiene al Canada francese, unica regione del Paese ove l’inglese non è lingua ufficiale, le persone sono francofone, e gli anglofoni sono una minoranza riconosciuta dalla legge.

Image by Jackie Hutchinson
Image by Alexis Mette
Image by Alex Guillaume

Dalle grandi città alle panoramiche strade costiere della penisola della Gaspesie, vi troverete immersi in questa provincia unica e meravigliosa. 

Lasciata Montreal, città francofona per eccellenza, vi porterete a Quebec city, unica città fortificata del Nord America, dove assaporete l'atmosfera europea della città.

Costeggierete poi il fiume San lorenzo per poi scoprire gli scenari e le tradizioni marittime dalla Pensioal di Gaspè fino ad arrivare alla sua gemma, Percè, rinomata anche per la starordinaria bellezza dei paesaggi cirocstanti.

Da Gaspè vi rechertee poi a Tadosussac, meta ideale per gli amanti della fauna marina e delle balee, fino poi raggiungere Saguenay dove godere la vista dell'omonimo fiordo lungo 105km e profondo fino a 250metri con le sue acque dalla tonalità scure.

Lasciata questa splendida regione, attraversando la rigogliosa natura incontaminata del Quebec, ritornerete a Montreal, un tempo capitale culturale, economica e commerciale del Canada.

Tutt’oggi comunque, la città rimane estremamente importante.

La sua reputazione per la vivace vita notturna e l’edonismo iniziò durante il periodo di proibizione, quando i festaioli si dirigevano a nord in cerca di divertimento. 

Montreal, città vivace e cosmopolita anche oggi, conserva un’atmosfera più europea rispetto a una città nordamericana, ma molti dei tratti distintivi di una grande città nordamericana come i grattacieli e le strade disposti in una griglia, sono qui presenti. 

Giorno 1: MONTREAL

Giorno 2: MONTREAL - QUEBEC CITY

Giorno 3: QUEBEC CITY

Giorno 4: QUEBEC CITY - RIVIERE DU LOUP

Giorno 5: RIVIERE DU LOUP - BAIE DES CHALEURS

Giorno 6: BAIE DES CHALEURS - PERCE'

Giorno 7: PERCE'

Giorno 8: PERCE' - PARCO DELLA GASPESIE

Giorno 9: PARCO DELLA GASPESIE

Giorno 10: PARCO DELLA GASPESIE - TADOUSSAC

Giorno 11: TADOUSSAC - SAGUENAY

Giorno12: SAGUENAY - ST. ALEXIS DES MONTS

Giorno13: ST. ALEXIS DES MONTS

Giorno14: ST. ALEXIS DES MONTS.- MONTREAL

Giorno15: MONTREAL

Canada | Passaggio ad Ovest

Partite con questo tour circolare di due settimane partirete alla scoperta dei parchi delle Montagne Rocciose canadesi.

Image by Lee Robinson
Image by Kaiwen Zhao
Image by John Lee

Partendo da Vancouver, la città più spettacolare del Canada in cui vivere, famosa per la sua posizione mozzafiato sulla costa Pacifica, con catene montuose alle sue spalle, viaggerete lungo le Coastal Mountains per poi spingervi all'interno, in mezzo a distese di frutteti e vigneti.

L'itinerario proseguirà nella zona di Revelstoke, con spettacolari cascate, monti svettanti e splendidi laghi. Il percorso panoramico vi farà poi attraversare il Glacier National Park verso il più antico parco nazionale canadese: Banff, circondato dalla selvaggia natura canadese dove ammirare montagne, fiumi, un lago verde smeraldo e panorami meravigliosi. 

Tappa successiva sarà l'altro importante parco canadese, Jasper, luogo incredibile, di forte attrattiva naturalistica, soprattutto per la grande varietà di flora e fauna presenti al suo interno. Attraversato il Yellowhead Pass ed oltrepassato il Monte Robson, la vetta più alta delle Montagne Rocciose Canadesi, raggiungerete 100 Mile House, fondata all'epoca della corsa all'oro, e da qui - lungo un percorso panoramico - arriverete a Whistler, penultima tappa prima di arrivare a Vancouver e dove terminetrete il vostro itinerario.

Giorno 1: VANCOUVER

Giorno 2: VANCOUVER

Giorno 3: VANCOUVER - PENTICTON

Giorno 4: PENTICTON - REVELSTOKE

Giorno 5: REVELSTOKE - BANFF NATIONAL PARK

Giorno 6: BANFF NATIONAL PARK

Giorno 7: BANFF - JASPER NATIONAL PARK

Giorno 8: JASPER NATIONAL PARK

Giorno 9: JASPER - 100 MILE HOUSE

Giorno 10: 100 MILE HOUSE - WHISTLER

Giorno 11: WHISTLER

Giorno12: WHISTLER - VANCOUVER

Giorno13: VANCOUVER

Giorno14: VANCOUVER

 
 

Canada | Mountain Express

Il tour ideale per scoprire il meglio del Canada Occidentale in poco tempo. 

Image by Ali Kazal
Image by Kelly Hofer

Lasciata Calgary, ammirando le spettacolari Montagne Rocciose Canadesi, entrerete nel Parco Nazionale di Banff, dove i picchi scosceisi sembrano sempre più grandi man mano che ci si avvicina.

Percorrendo la spettacolare Icefields Parkway, una delle più belle strade panoramiche del mondo, si arriverà - poi - al Parco Nazionale di Jasper, il più grande parco nazionale delle Montagne Rocciose Canadesi che racchiude in se i ghiacciai del Columbia Icefield, sorgenti termali, laghi, cascate tra cui le interessanti cascate Sunwapta e dell’Athabasca, assieme a diverse montagne e vallate.

Viaggiando lungo i percorsi tracciati dai cacciatori e mercanti, godrete la vista del Monte Robson, la cima più alta delle Montagne Rocciose, per far poi tappa a Sun Peaks, noto centro turistico della zona.

Ripresa la guida, attraversando la steppa dei ranch lungo il South Thompson River, terra delle grandi mandrie di bestiame e dei cowboy a cavallo, in mezzo alle altissime pareti rocciose del Fraser Canyon, raggiungerete l'ultima tappa dell'itinerario: Vancouver.

Posta sulle sponde del Pacifico, Vancouver è uno dei maggiori porti dell’Oceano Pacifico e di recente è stata classificata come la migliore città in cui vivere in Nord America, grazie anche ai suoi panorami mozzafiato e spiagge fantastiche.

Giorno 1: ITALIA - CALGARY

Giorno 2: CALGARY - BANFF

Giorno 3: BANFF NATIONAL PARK

Giorno 4: BANFF - JASPER NATIONAL PARK

Giorno 5: JASPER - SUN PEAKS

Giorno 6: SUN PEAKS - VANCOUVER

Giorno 7: VANCOUVER

Giorno 8: VANCOUVER - ITALIA

USA | Mother Road 66

E' la madre di tutte le iconiche strade, da Chicago a Santa Monica, la Route 66 è sempre stato il mito assoluto, la ricerca della libertà per eccellenza, il “viaggio” in auto per antonomasia. 

Image by Pedro Lastra
Image by Julian Paefgen
Image by Maddy Baker
Image by Gerson Repreza
Image by Gerson Repreza

L'itinerario parte da Chicago, una delle piu’ belle citta’ del midwest verso Springfield, che ospita la dimora del presidente Lincoln, per poi raggiungere St. Louis, nel Missouri, passando tra campi di mais e piccole cittadine.

Si proseguirà per Oklahoma City,  moderna e frizzante cittadina del sud profondamente legata ad un passato tipicamente western, e poi attraverso le grandi pianure del Texas tra mandrie di bisonti e piccoli ranch fino ad Amarillo, tappa utile per far rotta verso il Nuovo Messico e la sua capitale: Santa Fe, una piccola città ricca di storia, dove si fondono culture ispaniche, anglosassoni e native americane le cui influenze sono evidenti in tutto, dall'architettura, al cibo, all'arte. 

Lasciata la capitale in direzione di Albuquerque, la città più grande del New Mexico, attraversando il Rio Grande e gli spazi aperti del paesaggio selvaggio dei Navajo, si supererà la frontiera dell'Arizona per far tappa a Holbrook, polverosa cittadina di frontiera.

Sebbene al di fuori del tracciato della 66, il Grand Canyon National Park - la tappa successiva - sarà un indimenticabile fuori programma prima di riprendere l'itinerario originario ed arrivare a Las Vegas, incredibile città nel deserto e regina del gioco d'azzardo.  

Questo magnifico itinerario lungo la ‘madre di tutte le strade’, prosegue passando il bruciante deserto dei Mojave, con le sue dune sabbiose e cactus, per arrivare finalmente a Santa Monica, ‘end of trail’. 

Giorno 1: CHICAGO

Giorno 2: CHICAGO

Giorno 3: CHICAGO - BLOOMINGTON - SPRINGFIELD IL.

Giorno 4: SPRINGFIELD - ST.LOUIS

Giorno 5: ST. LOUIS - ROLLA - SPRINGFIELD MO.

Giorno 6: SPRINGFIELD - JOPLIN - TULSA

Giorno 7: TULSA - OKLAHOMA CITY

Giorno 8: OKLAHOMA CITY - AMARILLO

Giorno 9: AMARILLO - TUCUMCARI - ALBUQUERQUE

Giorno10: ALBUQUERQUE - SANTA FE - ALBUQUERQUE

Giorno 11: ALBUQUERQUE - HOLBROOK

Giorno 12: HOLBROOK - GRAND CANYON - FLAGSTAFF

Giorno 13: FLAGSTAFF - LAS VEGAS

Giorno14: LAS VEGAS - BARSTOW - SANTA MONICA

Giorno 15: SANTA MONICA

Giorno 16: SANTA MONICA

 
 

USA | Tea Party

Famose scogliere dove il mare si infrange con tutta la sua forza, una terra di miti ed antiche leggende, benvenuti alla scoperta della Cornovaglia.

Image by jacob Licht
Image by Nanda Firdaus
Image by P M
Image by David Banning

Un viaggio completo attraverso i paesaggi da cartolina del New England, dove scoprire l'America delle origini guidando in una regione dal fascino elusivo e tranquillo.

L'itinerario parte da Boston, culla del Tea Party che diede inizio alla Rivoluzione Americana e città a misura d’uomo, che si gira a piedi e dove l’antico e il moderno si armonizzano. 

Si visiterà Cape Cod, una delle principali mete turistiche del New England nella stagione estiva, col suo suggestivo paesaggio, con distese di dune, la macchia di querce e pini, i rigogliosi tappeti di erba e le solenni cittadine coloniali.

Da Boston, dopo una breve sosta nella città delle streghe, Salem, si proseguirà per Gloucester col famoso porticciolo, poi Kennebunkport, una delle destinazioni estive più frequentate del Maine, dove gustare la famosa aragosta.

L'itinerario prosegue per Bar Harbour, attraversando pittoreschi villaggi dove i pescatori delimitano il loro territorio con coloratissime boe e poi verso la regione delle White Mountains, nel New Hampshire, e quindi verso la caratteristica cittadina di Stowe, nel Vermont, rinomata località sciistica e successivamente le Green Mountains, per ammirare le cascate di Glenn Falls, uno dei luoghi più fotografati del Vermont.

La strada del rientro vedrà sosta nel Berkshires, zona collinare del Massachusetts estremamente elegante ricca di bellissime case e luogo di residenza di scrittori, artisti e musicisti; quindi Hartford, la città di Mark Twain, e poi Newport e il piccolo Stato del Rhode Island luogo prescelto dai newyorkesi già dal 1800 come ritiro estivo.

Qui si potranno ammirare le famose Mansions, le meravigliose delle antiche famiglie più ricche d'America.

Dopo una breve sosta a Plymouth, località famosa per essere stato il punto di attracco dell’imbarcazione che portò i primi Padri Pellegrini in questi territori e a fondare le prime colonie americane, l'arrivo a Boston tappa finale del viaggio.

Giorno 1: BOSTON

Giorno 2: BOSTON - CAPE COD - BOSTON

Giorno 3: BOSTON - GLOUCESTER - KENNEBUNKPORT

Giorno 4: KENNEBUNKPORT - BAR HARBOUR 

Giorno 5: BAR HARBOUR - WHITE MOUNTAINS

Giorno 6: WHITE MOUNTAINS - STOWE

Giorno 7: STOWE - GREEN MOUNTAINS

Giorno 8: GREEN MOUNTAINS - THE BERKSHIRES

Giorno 9: THE BERKSHIRES - HARTHFORD

Giorno10: HARTFORD - NEWPORT

Giorno 11:NEWPORT

Giorno 12: NEWPORT - PLYMOUTH - BOSTON

Giorno 13: BOSTON

Giorno 14: BOSTON

 

USA | The Sunshine State

Un itinerario alla scoperta del Sunshine State, la Florida, una penisola baciata dal sole tutto l'anno a metà tra l'esotico e l'urbano.

Image by Antonio Cuellar
Image by Matheus Câmara da Silva
Image by Heather Maguire

Lasciata Miami, con le sue spiagge assolate, l’Art Déco District, Little Havana e Key Biscane, zona assolutamente tra le più chic della città dove svariati milionari e stelle del cinema hanno costruito le loro “modeste” dimore, ci si dirigerà a sud in direzione delle Florida Keys.

Correndo lungo la Overseas Higway costituita da un infinito susseguirsi di ponti, arriverete in questo arcipelago composta da oltre 800 tra isole ed isolette su un mare color smeraldo ed un clima tropicale.

Vi porterete poi a nord, in una zona che profuma d'Italia: arriverete a Naples (Napoli) per poi risalire a Capri, Venice per poi fermarsi nella vivace Sarasota dove il teatro principale si chiama Giuseppe Verdi. Ma Sarasota è conosciuta anche per la e la spiaggia più bella degli States: Siesta Key.

Tappe successive saranno Crystal River, una destinazione della Costa del Golfo ti dà uno sguardo sulla vera Florida, dove sorgenti cristalline incontrano ampi parchi statali e le strade del centro sono fiancheggiate da negozi e caffè caratteristici; St.Augustine: città spagnola del XVI secolo e più antico insediamento di tutti gli Stati Uniti; Orlando, la città dei parchi Disney e dei celebri Universal Studios, con il Kennedy Space Center - base di lancio aerospaziale - nelle sue vicinanze.

Ultima tappa, prima del rientro a Miami, sarà Cocoa Beach, 
una località di mare molto informale ed animata, con un’ampissima spiaggia pubblica e famosa il lungo molo all’estremità della spiaggia dove la sera si possono sorseggiare ottimi cocktail e mangiare gustosi piatti ammirando il tramonto.

Giorno 1: MIAMI

Giorno 2: MIAMI

Giorno 3: MIAMI - KEY WEST

Giorno 4: KEY WEST - NAPLES

Giorno 5: NAPLES

Giorno 6: NAPLES - SARASOTA

Giorno 7: SARASOTA - CRYSTAL RIVER

Giorno 8: CRYSTAL RIVER - ST.AUGUSTINE

Giorno 9: ST.AUGUSTINE - ORLANDO

Giorno10: ORLANDO

Giorno 11:ORLANDO

Giorno 12: ORLANDOO - COCOA BEACH

Giorno 13: COCOCA BEACH - MIAMI

Giorno 14: MIAMI

 

USA | Alla Conquista del West

In auto alla scoperta del sudovest americano con un itinerario completo tra i più affascinanti parchi e le sue tre città più famose.

Image by Martin Adams
Image by Jad Limcaco
Image by Stephen Leonardi
Image by Aaron Kato

Lasciata Los Angeles, la più grande città della California che con Hollywood è la capitale mondiale del cinema, si farà tappa nella deliziosa cittadina di Lake Havasu, nota sopratutto per ospitare dal 1971 il London Bridge, che fu smontato da Londra dove era stato costruito nel 1834 e rimontato qui.

Si arriverà poi alla prima meraviglia di questo itinerario, il Grand Canyon, una enorme gola creata, in più di 5 milioni di anni, dal fiume Colorado con misure impressionanti: lungo circa 446 chilometri e profondo fino a 1600m; quindi la Monument Valley, affascinante pianura desertica tra Arizona e Utah, riserva dei navajos sovrastata dai famosi monoliti di roccia e sabbia, modellati per millenni dall’acqua e dal vento.

Per la tribù, la Monument Valley non è soltanto un posto naturalisticamente incantevole, ma un vero e proprio santuario. Dopo Monument si prosegue per Lake Powell, sconfinata distesa di canyon di roccia rossa che sorgono tra le acque blu del Lago, quindi Bryce Canyon, coi suoi famosi “hoodoos“, singolari pinnacoli scolpiti da fenomeni naturali d’erosione e, finalmente, Las Vegas - the cin city - la città del vizio, dove l’eccesso è la norma e la sobrietà è uno sconosciuto. 

Lasciata la patria del gioco d’azzardo si attraverserà il più grande parco nazionale americano, la Death Valley, luogo incredibile e magico, con dune di sabbia alte quanto montagne, distese di sale sotto il livello del mare, misteriose rocce sonore e canyon di arenaria colorata.

Penultima tappa sarà il parco nazionale di Yosemite, nella catena montuosa della Sierra Nevada, al cui interno si sviluppa la Yosemite Valley, luogo molto ricco di straordinarie bellezze naturali.

A chiudere in bellezza questo itinerario sarà San Francisco, città multiculturale e per molti versi “europea”, centro nevralgico della San Francisco Bay Area, con la particolare ubicazione geografica, che la vede svettare con le sue numerose colline e riversarsi direttamente sul mare. 

Giorno 1: LOS ANGELES

Giorno 2: LOS ANGELES

Giorno 3: LOS ANGELES - LAKE HAVASU

Giorno 4: LAKE HAVASU -  GRAND CANYON

Giorno 5: GRAND CANYON - MONUMENT VALLEY

Giorno 6: MONUMENT VALLEY - LAKE POWELL

Giorno 7: LAKE POWELL - BRYCE CANYON

Giorno 8: BRYCE CANYON - LAS VEGAS

Giorno 9: LAS VEGAS

Giorno10: LAS VEGAS - DEATH VALLEY

Giorno 11:DEATH VALLEY - YOSEMITE 

Giorno 12: YOSEMITE - SAN FRANCISCO

Giorno 13: SAN FRANCISCO

Giorno 14: SAN FRANCISCO

 

USA | Hotel California

Uno spettacolare percorso lungo la Highway 1, una delle più famose strade della California che corre lungo la costa.

Image by Sean Mullowney
Image by Venti Views
Image by Maarten van den Heuvel

Partirete da San Diego, una delle più assolate destinazioni della California, vi rilasserete nell’atmosfera da surf di Huntington Beach dove la cultura della spiaggia della California trova la sua massima espressione.

Tappa successiva sarà Los Angeles, nello splendore delle luci e nel fascino urbano della più grande città della California.

Qui, i personaggi più famosi passeggiano realmente sui marciapiedi con un latte macchiato in una mano e il cellulare nell’altra. Si sosterà - quindi - a Santa Barbara nota come “The American Riviera”  con l'invidiabile clima mediterraneo per poi arrivare a Big Sur, una delle strisce di costa più affascinanti del mondo. In questo tratto di mare di circa 145 chilometri, situato tra Carmel-by-the-Sea e Hearst Castle, sarete trasportati in un’atmosfera magica grazie all'affascinante presenza della nebbia che avvolge infinite distese di sequoie.

Altra tappa sarà Monterey, un cittadina incastonata nella curva dell'omonima baia per poi arrivare a San Francisco, tappa finale dell'itinerario e città  famosa per le grandi case in stile vittoriano, i suoi classici cable car, la sua tolleranza per il diverso, la sua capacità di definire le tendenze, la sua cucina stellata Michelin, il bel lungomare e il famoso ponte rosso. 

Giorno 1: SAN DIEGO 

Giorno 2: SAN DIEGO

Giorno 3: SAN DIEGO - LOS ANGELES

Giorno 4: LOS ANGELES

Giorno 5: LOS ANGELES - SANTA BARBARA

Giorno 6: SANTA BARBARA

Giorno 7: SANTA BARBARA - MONTEREY

Giorno 8: MONTEREY - SAN FRANCISCO

Giorno 9: SAN FRANCISCO

Giorno10: SAN FRANCISCO

 

USA | Alaska, bellezza naturale

Le bellezze naturali dell’Alaska non hanno bisogno di presentazioni: ghiacciai luccicanti, vaste pianure artiche, alti picchi montagnosi, fiordi di colore blu intenso ed innumerevoli fiumi e laghi ne fanno una destinazione dal fascino indiscusso.

Image by Alexis Mette
Image by Bryson Beaver

Questo itinerario è stato pensato per darvi un assaggio partendo da Anchorage, la più grande città di uno stato poco popolato e composto soprattutto da piccole cittadine.

Si proseguirà poi per il Denali National Park, parco naturale simbolo di tutta l’Alaska, una riserva di natura incontaminata grande quanto la Sardegna, che comprende un'incredibile varietà di animali selvatici.

Si salirà, poi, ancora più a nord, in direzione Fairbanks è la seconda città più grande dell'Alaska, una cittadina particolare dove osservare il sole a mezzanotte (tra fine maggio e metà luglio).

Attraversando scenari e paesaggi bellissimi arriverete a Valdez, incastonata tra il mare e montagne meravigliose, è una delle più pittoresche dello Stato e dove potrete andare in escursione ai ghiacciai vicini.

Lasciata questa ridente cittadina, caricata l'auto su un traghetto, arriverete a Whittier, navigando attraversa il bellissimo Prince William Sound, uno specchio di mare tra le montagne del golfo d'Alaska con tante isole fitte di vegetazione.

Da Whittier, la parte finale del viaggio prima del rientro ad Anchorage vedrà una sosta a Seward, una cittadina panoramica della Kenai Peninsula.

Giorno 1: ITALIA - ANCHORAGE 

Giorno 2: ANCHORAGE - DENALI NATIONAL PARK

Giorno 3: DENALI NATIONAL PARK

Giorno 4: DENALI NATIONAL PARK - FAIRBANKS

Giorno 5: FAIRBANKS - VALDEZ

Giorno 6: VALDEZ

Giorno 7: VALDEZ - WHITTIER - SEWARD

Giorno 8: SEWARD - ANCHORAGE

Giorno 9: ANCHORAGE

Giorno10: ANCHORAGE - ITALIA

Consigliato da fine Maggio sino a primi di Settembre 

 

Messico | Tesori dello Yucatan

Un viaggio in Messico è un'esperienza coinvolgente in un Paese dove arte, natura e cultura creano una terra magica unica al mondo.

Image by Kaan Kosemen
Image by Filip Gielda
Image by Crisoforo Gaspar Hernandez

Questo itinerario in auto parte da Cancun,  in direzione dei più importanti siti archeologici maya presenti in Yucatan.

Il primo incontro sarà con Tulum ed il suo celebre Castillo - il più fotografato del Messico - e poi Chichen Itza, il complesso di piramidi più importante dello Stato. L'itinerario prosegue poi con Merida, la "città bianca", coi suoi palazzi, murales e giardini che rievocano atmosfere caratteristiche dell'Andalusia.

Tappe successive saranno Uxmal, ampio sito com la famosa "Piramide dell’indovino”, a base ellittica che svetta sul paesaggio circostante dall’alto dei suoi 30 metri circa; Campeche, città e capitale dell’omonima regione, col centro abitato che si affaccia sulla Baia, un’ampia insenatura facente parte del Golfo del Messico;

Palenque, le cui rovine risultano tra le più belle e meglio conservate del Messico, pur rimanendo un sito di dimensioni ridotte rispetto altri.

Sulla strada del ritorno si potrà visitare Chicanna le cui rovine si trovano nel cuore della grande foresta che comprende la Biosfera di Calakmul per proseguire poi alla La Laguna di Bacalar o come la chiamavano gli antichi Maya Il lago dei 7 colori, un posto magico, immerso nella natura incontaminata, dove tutto sembra essersi fermato. 

Tappa finale sarà la riviera Maya dove poter soggiornare in un resort per un meritato relax.

Giorno 1: ITALIA - CANCUN 

Giorno 2: CANCUN - TULUM - CHICHEN ITZA

Giorno 3: CHICHEN ITZA - CHICANNA

Giorno 4: CHICANNA - MERIDA

Giorno 5: MERIDA - UXMAL - CAMPECHE

Giorno 6: CAMPECHE - PALENQUE

Giorno 7: PALENQUE - CHICANNA'

Giorno 8: CHICANNA' - LAGUNA BACALAR - RIVIERA MAYA

Giorno 9: RIVIERA MAYA

Giorno10: RIVIERA MAYA

Giorno11: RIVIERA MAYA/CANCUN - ITALIA

 

Messico | Azzurro Cortez

Un itinerario alla scoperta della Baja California, regione ai confini di un mondo che è riuscita a mantenere intatta una propria personalità imprevedibile e selvaggia come la natura che la ricopre e che la circonda. 

Image by Asdrubal luna
Image by Christopher Kuzman

In grado di offrire offre al visitatore uno spettacolo unico con la quiete dei suoi deserti di cactus, le spiagge senza fine, i colori unici del mare, le balene, i leoni marini, i delfini.
Forse neppure Cortes, quando la scoprì nel 1533, aveva mai visto un posto come la Baja California.

Si partirà da San Josè del Cabo per raggiungere La Paz, la capitale, una cittadina molto vivace e divertente, affacciata sul mare (il Golfo di California) e circondata di splendide spiagge selvagge.

Seconda tappa sarà Loreto, la prima capitale delle Californie, con le sue missioni gesuitiche nel cuore della Sierra de la Giganta. Sarà anche l'occasione per andare lungo il Mar di Corte, attraversando un’immensa distesa di grandi cactus e costeggiare la splendida Bahia Concepcion con la sua successione di piccole splendide baie di acqua turchese con paesaggi da cartolina.

Ci si porterà poi sul lato affacciato sull'Oceano Pacifico, a Puerto San Carlos, porto da pesca sulla splendida Bahìa Magdalena con i labirinti di mangrovie, la ricca avifauna e l’interminabile arenile desertico fatto da un mare di dune di sabbia marina.

Si proseguirà quindi per l'ultima tappa, Todos Los Santos, caratteristico paesino sul Pacifico e oggi rifugio di artisti e pittori bohèmien internazionali, per poi rientrare a San Jose del Cabo.

Giorno 1: ITALIA - SAN JOSE DEL CABO

Giorno 2: SAN JOSE DEL CABO - LA PAZ

Giorno 3: LA PAZ

Giorno 4: LA PAZ

Giorno 5: LA PAZ - LORETO

Giorno 6: LORETO

Giorno 7: LORETO - SANTA ROSALIA

Giorno 8: SANTA ROSALIA - PUERTO SAN CARLOS

Giorno 9: PUERTO SAN CARLOS - TODOS SANTOS

Giorno10: TODOS SANTOS - SAN JOSE DEL CABO

Giorno11: SAN JOSE DEL CABO

Giorno 12: SAN JOSE DEL CABO - ITALIA

 

Costa Rica | L'Esencial

Un itinerario in auto in Costa Rica da vivere con calma. Vegetazione tropicale lussureggiante, vulcani, panorami unici, un’incredibile barriera corallina e spiagge bellissime dal mar color smeraldo.

Image by Etienne Delorieux
Image by Leslie Cross

Il viaggio inizia da San Josè proseguendo per Il Parco Nazionale Tortuguero, creato nel 1975 per proteggere la più importante zona di riproduzione delle tartarughe. Raggiungibile solo in barca, il Parco è collegato da un geniale sistema di canali che consente di congiungere le aree interne con i villaggi costieri, una rete affascinante di corsi d’acqua e lagune circondate da una lussureggiante vegetazione tropicale con una grande varietà biologica.

Il Parco è inoltre il rifugio di una sorprendente fauna tra cui 300 specie di uccelli Lungo i piccoli fiumi che si addentrano nella selva si possono incontrare anche diverse specie di scimmie, bradipi, lamantini, tapiri, rane velenose, caimani, tartarughe di fiume e molte altre specie.

Ci si trasferirà poi in barca a Caño Blanco/Guapiles per poi proseguire per la zona del Vulcano Arenal. Tappa successiva sarà la riserva della Foresta nebulare di Monteverde, uno dei gioielli naturali della Costa Rica. 

Situata a circa 1.440 m sul livello del mare la Riserva di Monteverde è costantemente coperta di nubi che contribuiscono a creare uno stato di umidità che aiuta a sostenere un ecosistema complesso e di vasta portata.

Tappa finale dell'itinerario prima del rientro a San Jose, sarà un po' di relax  sulla penisola di Nicoya a Playa Tamarindo.

Image by Juliana Barquero

Giorno 1: ITALIA - SAN JOSE

Giorno 2: SAN JOSE - PARCO DEL TORTUGUERO

Giorno 3: PARCO DEL TORTUGUERO

Giorno 4: PARCO DEL TORTUGUERO - ARENAL

Giorno 5: ARENAL

Giorno 6: ARENAL - TAMARINDO

Giorno 7: TAMARINDO

Giorno 8: TAMARINDO

Giorno 9: TAMARINDO - SAN JOSE

Giorno10: SAN JOSE - ITALIA

 

Cuba | Ritmo Lento

Da terra del sogno rivoluzionario nel mito di Che Guevara a meta principale di vacanza nei Caraibi, Cuba - la Isla Granda - sembra essersi cristallizzata al periodo coloniale con case colorate e automobili americane anni ’50 a fare da sfondo al vostro itinerario benchè ogni angolo delle città vi ricorderà della rivoluzione di Fidel Castro, con immagini del “leader maximo” , del Che e slogan dipinti sui muri. 

Image by Alexander Kunze
Image by Daniel Seßler

Lasciata Avana, con le sue vestigia del dominio spagnolo, ci si porterà verso la Valle de Vinales, la regione più occidentale di Cuba, dove si coltiva il miglior tabacco del mondo. 

Successiva tappa sarà Cienfuegos, graziosa città affacciata su una merivigliosa baia, fondata nel 1819 da un gruppo di coloni francesi fuoriusciti dalle colonie di Haiti e della Louisiana.

Si proseguirà poi per Trinidad, delle prime fondate dagli spagnoli nel secolo XVI e dichiarata nel 1988 dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità, e poi Santa Clara - per la visita al mausoleo del “Che“ ed al treno blindato-.

Lasciata Santa Clara in direzione Camaguey, dove sosterete per visitare questa città fondata nel 1515 con piazze e chiese barocche, si proseguirà per Santiago de Cuba che fu la Capitale dell'isola durante la prima metà del secolo XVI, la più araibica delle città cubane conosciuta per la sua storia, la sua gente allegra, per i ritmi e le danze tradizionali.

Da qui il rientro in aereo per Avana.

Giorno 1: ITALIA - AVANA

Giorno 2: HAVANA

Giorno 3: HAVANA - VINALES

Giorno 4: VINALES - TRINIDAD

Giorno 5: TRINIDAD

Giorno 6: TRINIDAD - SANTA CLARA - CAMAGUEY

Giorno 7: CAMAGUEY - SANTIAGO DE CUBA

Giorno 8: SANTIAGO DE CUBA - HAVANA

Giorno 9: HAVANA - ITALIA

 

Argentina | Ruta 3

Un viaggio intenso ed emozionante indicato soprattutto per coloro che amano viaggiare in libertà!

Image by Giorgio Parravicini
Image by Rachel Jarboe
Image by Barbara Zandoval

Si partirà da  Buenos Aires, la capitale del Tango, dinamica, elegante, cosmopolita, nostalgica, la città più Europea del continente senza perdere l’estro sudamericano con le sue piazze in stile coloniale e i viali ombrosi.  

Si volerà poi in Patagonia, alla scoperta della Penisola di Valdés, un promontorio sabbioso collegato alla terraferma da un istmo di 35 km, rappresenta una delle più importanti riserve marine del pianeta, proseguendo poi per Comodoro Rivadavia col suo paesaggio marittimo, con uno splendido oceano Atlantico che lambisce coste frastagliate in alcuni punti incontaminati densi di vegetazione ai piedi di promontori di gran prestigio naturalistico. 

Attraversando riserve naturali e parchi di unica bellezza, si arriverà a El Calafate, ultima tappa dell'itinerario. La piacevole cittadina turistica è un ottimo punto di partenza per la visita del ghiacciaio Perito Moreno, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità nel 1981.

Il Perito Moreno è una massa immensa di ghiaccio che cade a picco sul Lago Argentino con un fronte che si estende per cinque chilometri e pareti che si innalzano fino a sessanta metri sopra le acque e si nascondono per altri duecento sotto il livello del lago. Il ghiaccio, anche se impercettibile, avanza più di un metro al giorno, provocando le rotture di torri ghiacciate che risuonano come colpi di cannone nel silenzio del Parco. Lo spettacolo è incredibile.

L'itinerario terminerà col rientro a Buenos prima del volo per l'Italia.

Giorno 1: BUENOS AIRES

Giorno 2: BUENOS AIRES – TRELEW – PUERTO MADRYN

Giorno 3: PENISOLA VALDES

Giorno 4: PUERTO MADRYN – COMODORO RIVADAVIA

Giorno 5: COMODORO RIVADAVIA – PUERTO DESEADO

Giorno 6: PUERTO DESEADO – PUERTO SAN JULIÁN

Giorno 7: PUERTO SAN JULIÁN – MONTE LEON N. PARK

Giorno 8: MONTE LEON NATIONAL PARK – EL CALAFATE

Giorno 9: EL CALAFATE

Giorno10: EL CALAFATE – BUENOS AIRES

Giorno11: BUENOS AIRES - ITALIA

 

Cile | Deserti e  Vigneti

Restare abbagliati da un lago di sale, sorpresi dai geyser o lasciarsi trasportare dalla magia della Valle della Luna...tutto questo in una lunga striscia di terra che segue il profilo occidentale del Sud America ed unisce idealmente il calore dei tropici con le atmosfere rarefatte dell'estremo sud.

Image by Vinícius Henrique Photography
Image by John Vincent
Image by Fabiola Llerena

Ecco il Cile, paese defilato e discreto per sua vocazione naturale, stretto tra il Pacifico e le Ande che con questo itinerario automobilistico saprà regalarvi piaceri sorprendenti, mettendo insieme tutta la tavolozza di colori, di suoni, culture di un intero continente incantandovi con la bellezza delle sue contraddizioni.

Partirete da Santiago, con le sue case coloniali, palazzi art decò e avveniristiche torri che non mancherà di sedurvi per poi spostarvi nel deserto più arido del mondo, l'Atacama, dove rimarrete affascinati da questo universo di sabbia, rocce frastagliate e di vulcani.

Vi arrampicherete all'alba fino al geyser di El Tatio, percependo sotto i vostri piedi il gorgoglio dell'acqua ed il bollore che poco a poco si trasforma in vapore.

Infine, al crepuscolo, contemplerete la Valle della Luna, con le sue dune di sabbia, le rocce che si tingono di rosa e porpora.

Si rientrerà poi a Santiago per l'ultima tappa del viaggio, Valparaiso, importante porto nell'800  che perse la sua importanza con la costruzione del Canale di Panama, lasciando bellissimi palazzi e quartieri incastonati sulle pendici e sulla sommità delle colline che dividono la parte bassa e alta della città, collegata da ascensori risalenti al 1900 e ancor oggi funzionanti.

Alle sue spalle una importante regione vinicola che offre splendidi Chardonnay e Sauvignon.

Giorno 1: ITALIA – SANTIAGO DEL CILE

Giorno 2: SANTIAGO DEL CILE

Giorno 3: SANTIAGO - CALAMA - S.PEDRO DE ATACAMA

Giorno 4: SAN PEDRO DE ATACAMA

Giorno 5: SAN PEDRO DE ATACAMA

Giorno 6: ATACAMA - CALAMA - SANTIAGO - SANTA CRUZ

Giorno 7: SANTA CRUZ

Giorno 8: SANTA CRUZ - VALPARAISO

Giorno 9: VALPARAISO

Giorno 10: VALPARAISO/SANTIAGO - ITALIA

 

Australia | Lungo la Bruce Highway

Un itinerario verso nord, correndo lungo la Bruce Highway in un itinerario che consente di accedere a spiagge deserte,  foreste vergini, isole  tropicali e villaggi di pescatori.

Image by Brisbane Local Marketing
Image by Humphrey Muleba
Image by Manny Moreno

Si partirà da Brisbame, capitale dello stato del Queensland anche conosciuto come lo stato del sole, dalle spiagge dorate all'entroterra lussureggiante e alle vaste isole sabbiose. È il luogo ideale per vedere da vicino gli animali autoctoni (balene, delfini e koala), campeggiare in riva all'oceano, ammirare spettacolari albe in cima alle vette e dedicarsi alle esplorazioni subacqueecon una costa disseminata di isole in attesa di essere esplorate.

Si proseguirà per Hervey Bay, la capitale mondiale dell'avvistamento delle balene dove da luglio e novembre, ogni anno, fino a 25.000 megattere si spostano lungo questa e molte si recano nelle calme acque attorno alla baia. Da qui potrete inoltre esplorare la più grande isola di sabbia del mondo, Fraser Island, a 15 chilometri al largo della costa. 

Si passerà poi dalla rilassata e selvaggia atmosfera di Frasier Island all'elegante cittadina di campagna di Rockhampton dove, passeggiando nel centro città ammirerete gli edifici coloniali. La tappa successiva sarà Airlie Beach, tranquilla cittadina costiera con spiagge delimitate da palme, parchi sul lungomare e ristoranti all'aperto, oltrechè punto di accesso alle Isole Whitsunday.

Penultima tappa di questo itinerario sarà Townsville, il principale punto di accesso alla Grande Barriera Corallina e all'outback del Queensland.

Questa è una cittadina ricca di vita, dove potrete ammirare lo stile dell'architettura facendo shopping nelle eleganti boutique o gustare una cena all'aperto godendosi la fresca brezza dell'oceano e l'atmosfera costiera.

Il viaggio terminerà a Cairns, circondata da parchi naturali e foreste pluviali, una città tropicale con l’onore di essere stata premiata come la città dei tropici più sicura del mondo, che con i suoi 120 mila abitanti, à una città vivibile ed allo stesso tempo cosmopolita, vitale.

Giorno 1: ITALIA – BRISBANE

Giorno 2: BRISBANE

Giorno 3: BRISBANE - HERVEY BAY

Giorno 4: HERVEY BAY

Giorno 5: HERVEY BAY - ROCKHAMPTON

Giorno 6: ROCKHAMPTON - AIRLIE BEACH

Giorno 7: AIRLIE BEACH

Giorno 8: AIRLINE BEACH - TOWNSVILLE

Giorno 9: TOWNSVILLE - CAIRNS

Giorno10: CAIRNS

Giorno 11: CAIRNS - ITALIA

 

Australia | Southaustralian loop

Una degustazione di ottimi piatti e pregiati vini della Barossa e Claire Valley, uno sfondo su cui si staglia la catena montuosa dei Flinders Rangers coi suoi 500 km di zone protette sotto forma di piccoli parchi e riserve; il tutto raccolto in un itinerario circolare che vedrà Adelaide come tappa di partenza e di arrivo. 

Image by rawkkim
Image by Mikael Andreasson
Image by Darren Fleming
Image by Fidel Fernando

La scoperta della regione vinicola d’Australia, inizia da Adelaide, la capitale del South Australia, lo stato più meridionale del continente. Ultima città prima dello sconfinato outback australiano, Adelaide occupa una posizione molto suggestiva, incastonata tra le acque cristalline dell’Oceano Indiano e le cime montuose delle Lofty Ranges. Sebbene di dimensioni più ridotte rispetto a Sydney o Melbourne, Adelaide è la quinta città australiana per popolazione ed è una città vivace e piena di vitalità, che fa degli spazi verdi e della cultura raffinata i suoi punti di forza. 

Si proseguirà poi in direzione nord per raggiungere le verdeggianti colline della Barossa Valley dove potrete fermarvi a visitare le sue famose aziende agricole e degustare la produzione locale. Attraversata la Claire Valley, tra verdi colline, vigneti, chiese ed edifici in pietra, arriverete a far tappa a Quorn elegante cittadina e sede della storica ferrovia Pichi Richi, che con la sua locomotiva a vapore percorre l'ultima porzione operativa rimanente della storica linea ferroviaria Ghan, costruita nel 1870, c snodandosi attraverso profonde gole rocciose, argini in pietra e spettacolari ponti di ferro. Siamo in pieno Outback, formazioni rocciose in continua evoluzione da 600 milioni di anni. 

Da qui percorrete suggestivi paesaggi montani tipici della zona dei Monti Flinders, luoghi suggestivi, gole e poi i paesaggi brulli e isolati dell'Arkaroola Wilderness Sanctuary dove potrete fare escursioni a piedi o in mountain bike. 

Proseguendo verso i Flinders Rangers vi porterete sulla strada del rientro verso Adelaide, passando dalla regione vinicola di McLaren Vale, per poi arrivare a Cape Jervis porto d'imbarco per la tappa finale: Kangaroo Island.

Lasciato alle spalle lo splendido litorale della penisola di Fleurieu, sbarcherete in un vero e proprio paradiso terrestre ricoperto per oltre un terzo di Parchi Nazionali.

L'isola è piccola e potrete scoprirla in libertà, osservano da vicino la ricca flora e fauna. Pinguini nani, leoni marini, koala, canguri, wallabies, spettacolari formazioni rocciose sono lo splendido biglietto da visita di questo piccolo affascinante mondo australiano.

Si raggiungerà, infine, la terra e percorrendo la scenografica costa meridionale della penisola, potrete fare sosta nel Deep Creek Conservation Park, punto di osservazione strategico per avvistare le balene in migrazione e i pinguini minori dalla buffa andatura.

L'itinerario terminerà col rientro ad Adelaide.

Giorno 1: ADELAIDE

Giorno 2: ADELAIDE - BAROSSA VALLEY

Giorno 3: BAROSSA VALLEY - QUORN

Giorno 4: QUORN - WILPENA POUND

Giorno 5: WILPENA POUND - ARKAROOLA

Giorno 6: ARKAROOLA - PARACHILNA

Giorno 7: PARACHILNA - CAPE JERVIS

Giorno 8: CAPE JERVIS -  KANGAROO ISLAND

Giorno 9: KANGAROO ISLAND - CAPE JERVIS - ADELAIDE

Giorno10: ADELAIDE

 

Australia | 3000 kilometri

Un insolito itinerario in auto 4x4 alla scoperta della parte più occidentale dell'Australia.

Image by Nathan Hurst
Image by Tim Davies
Image by Ben Carless
Image by Dylan Shaw

L'Australia dell'ovest offre una delle zone più vaste e belle da esplorare di tutto il pianeta.

Qui troverete paesaggi selvaggi, formazioni rocciose incredibili, deserti inospitali, fiumi impetuosi, coste immacolate con spiagge di sabbia bianchissima e, lungo l'Oceano Indiano, una barriera corallina facilmente accessibile.

Sono questi gli scenari del Western Australia, lo Stato che meglio esprime lo spirito australiano: il senso di libertà, la natura selvaggia, lo spazio infinito e il cielo basso sull'orizzonte.

L'itinerario inizia da Perth, la porta d'ingresso occidentale del continente australiano, e si vi porterà a nord, lungo una spettacolare strada costiera, fino a raggiungere il Parco Nazionale di Kalbarri con le sue spettacolari gole e fiori selvatici.

Tappa successiva sarà la gigantesca Shark Bay, un parco acquatico inserito tra i Patrimoni dell'Umanità., che accoglie, oltre agli squali, delfini, dugonghi e altre specie in via di estinzione. Un Paradiso terrestre dove ammirare una natura sorprendente.

Ci si dirigerà poi a Coral Bay, lambita dall'Oceano Indiano e con un clima primaverile tutto l'anno che vi inviterà a godere di un meritato riposo sulla magnifica spiaggia bagnata dalle onde dell'Oceano.

Lasciato questo paradiso riprenderete la vostra direzione nord fino al Parco Nazionale Karijini, una zona molto remota dell'Australia; da qui ripartirete visitando zone del parco che non sarete riusciti a visitare il giorno prima. La tappa del trasferimento di questa giornata è tra la più famose d'Australia; la leggende narra che a Marble Bar per 100 giorni la temperatura non sia mai scesa al di sotto dei 40°, diventando così il luogo più caldo del continente. 

Ultima parte del viaggio verso la meta finale, Broome, vi porterà ancora alla scoperta dell'entroterra australiano, con distanze infinite e zone scarsamente popolate, dove la necessità di rifornirsi d'acqua alla partenza vi farà pensare ai primi esploratori che hanno attraversato questi spazi a dorso di cammello, a cavallo o semplicemente camminando.

Un ultimo sforzo che vi farà ancora di più apprezzare Broome, città fondata nel 1880 e conosciuta per la raccolta delle perle. All'epoca Broome era una frontiera selvaggia che attirava lavoratori dall'Indonesia, dalla Malesia, dalla Cina, dal Giappone e dall'Europa. Oltre alle culture indigene, queste influenze sono ancora visibili e danno alla città un'atmosfera diversa da qualsiasi altro luogo. Qui la terra rossa incontra le acque cristalline dell'oceano, le boutique di perle sorgono accanto ai birrifici e le attività vanno dalle immersioni di altissimo livello alle tranquille passeggiate a dorso di cammello.

Giorno 1: PERTH

Giorno 2: PERTH - KALBARRI

Giorno 3: KALBARRI - MONKEY MIA

Giorno 4: MONKEY MIA

Giorno 5: MONKEY MIA - CORAL BAY

Giorno 6: CORAL BAY

Giorno 7: CORAL BAY - TOM PRICE

Giorno 8: TOM PRICE

Giorno 9: TOM PRICE - MARBLE BAR

Giorno 10: MARBLE BAR - BROOME

Giorno 11: BROOME

 

Australia | Great Ocean Road

Scopri la bellezza selvaggia lungo la costa sud-occidentale del Victoria, con una delle strade costiere più panoramiche del mondo che abbraccia le scogliere che si snodano lungo la costa selvaggia e battuta dal vento dell'Oceano Antartico. Le splendide viste che si susseguono questa iconica strada lasceranno a bocca aperta con le spiagge vuote e gli impetuosi faraglioni fiancheggiati da una straordinaria campagna verde.

Image by Denise Jans
Image by Paul Macallan
Image by Nick Dunn

La partenza di questo itinerario sarà Melbourne, quella che alle origini fu un semplice accampamento di immigrati in cerca di fortuna nelle miniere del Victoria ed oggi è una grande metropoli dell’Australia sud-orientale, nonché seconda città più popolata del continente, cosmopolita, culturalmente raffinata e circondata da una baia verdeggiante.  Da qui si proseguirà verso Torquay, il punto di partenza ufficiale della Great Ocean Road, una cittadina famosa per il surf nella vicina Bells Beach, un vero e proprio santuario per i surfisti, con una spiaggia meravigliosa dove nel parco vicino è possibile osservare i canguri. 

Farete poi tappa a Lorne, pittoresco paesino circondato da alberi della gomma, per poi raggiungere Apollo Bay, considerata il cuore di questo itinerario.

L'itinerario prosegue con Cape Otway, il punto più meridionale di tutta l’Australia continentale; qui all’Otway National Park potrete passeggiare, tramite una passerella sopraelevata, all’interno della foresta pluviale oppure fermarvi presso uno dei fari più antichi ed importanti del paese ed ancora in funzione. Dalla cima del faro la vista è spettacolare. Proseguimento e sosta a Port Campbel con un luogo simbolico della Great Ocean Road, i "12 Apostoli", sei (quelli cioè visibili oggi) maestosi pinnacoli di pietra calcarea che si alzano verso il cielo per 15 metri. Un spettacolo davvero suggestivo. Dopo la visita proseguimento per la cittadina di Warrnambool dove, da maggio ad ottobre, si ha la possibilità, con un po’ di fortuna, di avvistare le balene, e sosta a Mount Gambier.

Il giorno successivo si riparte per raggiungere Cape Jervis dove ci si imbarca con la propria auto nel traghetto in direzione di Kangaroo Island, una piccola isola da scoprire in libertà, osservano da vicino la ricca flora e fauna.

Pinguini nani, leoni marini, koala, canguri, wallabies, spettacolari formazioni rocciose sono lo splendido biglietto da visita di questo piccolo affascinante mondo australiano.

Tappa finale sarà Adelaide, capitale del South Australia, lo stato più meridionale del continente. Ultima città prima dello sconfinato outback australiano, Adelaide occupa una posizione molto suggestiva, incastonata tra le acque cristalline dell’Oceano Indiano e le cime montuose delle Lofty Ranges.

Giorno 1: MELBOURNE

Giorno 2: MELBOURNE

Giorno 3: MELBOURNE - APOLLO BAY

Giorno 4: APOLLO BAY - MT. GAMBIER

Giorno 5: MT.GAMBIER - CAPE JERVIS - KANGAROO ISL.

Giorno 6: KANGAROO ISLAND

Giorno 7: KANGAROO ISLAND - ADELAIDE

Giorno 8: ADELAIDE

 

Nuova Zelanda | Aotearoa

Un viaggio in auto alla scoperta di Aotearoa, la terra della lunga nuvola bianca per i navigatori maori e per noi semplicemente la  Nuova Zelanda. 

Image by Sulthan Auliya
Image by Nareeta Martin
Image by Michael Amadeus

La partenza sarà da Auckland, città cresciuta tra due baie, Waitemata e Manukau Harbours, che la caratterizzano, e che si estende tra coni vulcanici di cui il monte Eden e l’isola di Rangitoto.

Da qui si attraverserà l'affascinante territorio che si sviluppa dall’isola del Nord all’isola del Sud, passando nell’universo immaginario creato da Tolkien: la regione della Terra di Mezzo, conosciuta anche come Eriador, dove effettuarono le riprese della trilogia de “Il Signore degli anelli”. 

Si raggiungerà poi Rotorua, una zona ricca di attività termali dove spiccano i geyser. Raggiunto in volo Christchurch, ci si sposterà al Lago Tekapo attraversando le pianure di Canterbury fra campi e fattorie. Il Lago Tekapo, con una fantastica vista sulle Alpi circostanti, colpisce per l'insolito colore turchese.

Ripresa la guida verso sud, attraversando i panorami mozzafiato del Monte Cook, la vetta più alta del paese (3750 m), tra laghi e fiumi glaciali turchesi si raggiunge Queenstown, ultima tappa dell'itinerario.

E' la località più famosa dell’Isola del Sud, adagiata sulle sponde del Lago Wakatipu ed autoproclamatasi capitale degli sport pericolosi. Il soggiorno in città darà la possibilità di effettuare l'escursione al famoso fiordo di Milford Sound, dove potrete ammirare le numerose cascate, le pareti rocciose, lo spettacolare picco di Mitre, la cascata di Bowen e numerosi branchi di foche e delfini. 

Giorno 1: AUCKLAND

Giorno 2: AUCKLAND

Giorno 3: AUCKLAND - MATAMATA - ROTORUA

Giorno 4: ROTORUA - CHRISTCHRUCH - LAKE TEKAPO

Giorno 5: LAKE TEKAPO - WANAKA

Giorno 6: WANAKA - QUEENSTOWN

Giorno 7: QUEENSTOWN - MILFORD SOUND - QUEENSTOWN 

Giorno 8: QUEENSTOWN

Giorno 9: QUEENSTOWN

 

Nuova Zelanda | Terra di mezzo

Un itinerario  alla scoperta di una terra florida e vergine, tra le bellezze che la Nuova Zelanda nasconde. Folte foreste dal manto denso, coste di sabbia e rocce affacciate su acque dai colori cangianti, e poi vallate incantate, laghi, cascate e città brulicanti di vita, profumi e vecchie tradizioni.

Image by Alex Viau
Image by Sulthan Auliya

L'itinerario parte da Auckland, nella parte settentrionale dell'isola, per dirigersi a Rotorua, il cuore della terra dei Maori e centro di attività termali, terra di verdi colline, geyser e pecore.

Attraversato il Te Urewera National Park attraverso la fitta foresta pluviale si arriverà allo splendido Lago Waikaremoana e oltre, fino alla capitale dell’Art Deco neozelandese Napier,situata nella Hawkes Bay.

Da qui viaggiando lungo strade meno frequentate e meno turistiche, si avrà modo di vedere le bellezze dell’isola settentrionale da un punto di vista più rurale e selvaggio. Si raggiunge poi il Tongariro National Park, dove avventurarsi in qualche passeggiata pomeridiana.

La parte finale del viaggio seguirà il corso del Whanganui, lungo la vecchia Whanganui River Road, fino a Wanganui e oltre verso la capitale neozelandese: Wellington, la capitale più meridionale del mondo.

Giorno 1: AUCKLAND

Giorno 2: AUCKLAND

Giorno 3: AUCKLAND - ROTORUA

Giorno 4: ROTORUA - TE UREWERA NATIONAL PARK - NAPIER

Giorno 5: NAPIER - TONGARIRO NATIONAL PARK

Giorno 6: TONGARIRO - PALMERSTON NORTH

Giorno 7: PALMERSTON NORTH - WELLINGTON

Giorno 8: WELLINGTON

Giorno 9: WELLINGTON

Giorno 10: WELLINGTON

Nuova Zelanda | Isola del Sud

Un paese capace di regalare emozioni indelebili, dalla bellezza stupefacente. La Nuova Zelanda in auto saprà estasiare gli amanti degli spettacoli naturali, della vita all'aria aperta e dell'avventura.

Image by Edward Manson
Image by Sébastien Goldberg

L'itinerario parte da Christchurch, la “città-giardino”, e, percorrendo la strada panoramica tra le infinite pianure di Canterbury, lungo le colline arriva a Lake Tekapo dall'insolito colore turchese e con una fantastica vista sulle Alpi circostanti.

Guidando lungo una valle remota, coperta da scarsa vegetazione, attraversando la regione vinicola di Central Otago si arriverà a Queenstown, autoproclamata capitale d’avventura del mondo con la sua vasta offerta di tour in barca, rafting, surf sul fiume, tutti i tipi di bungee jumping e fiume safari.

Si raggiungerà, poi, la costa occidentale percorrendo una strada panoramica che vi impressionerà dalla bellezza mozzafiato, le mille sfumature di verde della fitta foresta pluviale.

Ghiacciai, foreste pluviali e la costa sono vicini tra loro nel Westland National Park e da ottobre a dicembre si potrebbero anche vedere pinguini e delfini che giocano nel mare.

La strada del rientro condurrà lungo il lago di Brunner, salendo poi sul Passo di Arthur, l’unico valico vero e proprio in Nuova Zelanda per poi procedere verso Christchurch.

Giorno 1: CHRISTCHURCH

Giorno 2: CHRISTCHURCH - LAKE TEKAPO

Giorno 3: LAKE TEKAPO - QUEENSTOWN

Giorno 4: QUEENSTOWN

Giorno 5: QUUENSTOWN - WANAKA - FRANZ JOSEF

Giorno 6: FRANZ JOSEF - HOKITIKA - GREYMOUTH

Giorno 7: GREYMOUTH - PASSO DI ARTHUR -  CHRISTCHURCH 

Giorno 8: CHRISTCHURCH

Nuova Caledonia | La Grande Terre

Alla scoperta di un angolo del mondo incontaminato, un vero paradiso fuori dal tempo in equilibrio tra modernità e tradizione per un viaggio di puro relax. 

Image by Quentin Fahrner
Image by Jeremy Bezanger
Image by Jeremy Bezanger

La Nuova Caledonia, arcipelago francese nel sud del Pacifico, oltre a proporsi come meta per gli amanti del sole è uno scrigno dove la natura generosa si alterna a foreste, distese selvagge, fiumi e cascate. 

Lasciata la capitale, Noumea, affacciata sulla laguna più grande del mondo e città che combina la rilassata atmosfera del Sud Pacifico con la raffinata eleganza delle città francesi, ci si sposterà a nord, per raggiungere la spiaggia De La Roche Percèe dominata dal “Bonhomme de Bourail”, strano monolite a forma di volto umano scolpito dalle onde nel corso dei secoli.

Attraversando - poi - l'isola, ci si porterà sulla costa est dove si scopriranno paesaggi grandiosi con montagne e le tribù insediate nel cuore delle vallate, per sostare nel villaggio di Hiengene dove, dalla laguna di Lindéralique, avrete il punto di partenza per raggiungere in barca le nere, imponenti formazioni rocciose alte oltre 60 metri: uno spettacolo impressionante.

Tra fiumi, vallate, scorci panoramici sulla laguna e soste in spiaggia si arriverà a Poindimie, quindi a Sarramea per finire poi col rientro a Noumea da dove - in volo - si raggiungerà l'Isola dei Pini, autentico angolo di paradiso il cui orizzonte unico di alberi di pino contornato da spiagge bianchissime e lagune turchesi rimarrà impresso per sempre nei vostri ricordi.

Giorno 1: NOUMEA

Giorno 2: NOUMEA - KONE

Giorno 3: KONE - HIENGENE

Giorno 4: HIENGENE

Giorno 5: GHENE - POINDIMIE

Giorno 6: POINDIMIE - SARRAMEA

Giorno 7: SARRAMEA - NOUMEA/ISOLA DEI PINI

Giorno 8: ISOLA DEI PINI

Giorno 9: ISOLA DEI PINI

Giorno 10: ISOLA DEI PINI

Giorno 11: ISOLA DEI PINI

Giorno 12: ISOLA DEI PINI

Giorno 13: ISOLA DEI PINI - NOUMEA

 
 
 

Sud Africa | South African Explorer

Chi non è mai rimasto incantato davanti ai documentari naturalistici sull'Africa ed i suoi animali? Il Sud Africa è certamente una di quelle destinazioni spesso accarezzate dai nostri sogni, coi grandi spazi della savana la maestosità della natura, i leoni e la polvere sollevata dalle jeep.

Image by joey Zhou
Image by Captureson Photography

I parchi dell'Africa australe sono un sogno per tutti i viaggiatori: difficile non provare emozioni di fronte agli spettacoli naturali che qui si manifestano in tutta la loro selvaggia, indomabile e feroce bellezza.

Gran parte della superficie sudafricana è occupata da numerosi parchi e riserve come il Parco Kruger, meta di questo itinerario in auto.

Si partirà dalla scenografica Cape Town, incastonata tra oceano e monti, che con la sua architettura composita è la città più turistica e frizzante del Sudafrica.

Si proseguirà poi per Mpumalanga, magnifica regione con montagne e vallate rigogliose, vicinissima agli ingressi del Kruger National Park, la meta finale prima del rientro a Johannesburg. Inaugurato nel 1927, il parco è una delle più conosciute attrazioni del paes, il più esteso dei 18 Parchi Nazionali e dispone di un’articolata rete stradale in parte asfaltata, che permette di visitarlo nella sua interezza e in piena libertà, provando il brivido di fotografare la moltitudine di animali che lo popola, nel loro habitat naturale.

E' questo che renderà ogni viaggio diverso dall'altro.

Giorno 1: CITTA' DEL CAPO

Giorno 2: CITTA' DEL CAPO

Giorno 3: CITTA' DEL CAPO

Giorno 4: CITTA' DEL CAPO - JOHANNESBURG - MPUMALANGA

Giorno 5: MPUMALANGA

Giorno 6: MPUMALANGA - PARCO KRUGER

Giorno 7: PARCO KRUGER 

Giorno 8: PARCO KRUGER - JOHANNESBURG

 

Namibia | Namibia Explorer

Lasciatevi stupire dai colori della Namibia, così stupefacenti, incredibili, sempre mutevoli. Le montagne ocra, ruggine, malva, violette, rosse, nere e bianche; il verde delle acacie; il blu ed il turchese dei cieli; l'ambra, il marrone e l'oro dei deserti; i mantelli maculati dei leopardi ed il rosa dei fenicotteri; gli indefinibili e cangianti cromatismi dell'Atlantico. 

Image by Eelco Böhtlingk
Image by Sergi Ferrete

Una infinita tavolozza di colori presente in tutti gli ambienti naturali di questa destinazione. Questo itinerario non sarà mai monotono perchè tra rocce ed anfratti, deserti e dune di sabbia troverete celate incredibili meraviglie della natura.

La partenza sarà dalla sua capitale, Windhoek, una piccola città dall'aspetto tipicamente tedesco posta nel cuore geografico del paese per poi raggiungere il Parco Etosha, il “grande luogo bianco” riferendosi al deserto salino che occupa il 25% del parco stesso.

Questo Parco è uno dei "santuari" della fauna africana dove una serie di pozze d'acqua dolce, assicurano piacevoli e spesso spettacolari avvistamenti di animali tra cui leoni, rinoceronti (bianchi e neri), elefanti, leopardi, giraffe e antilopi.

Si proseguirà poi a sud, verso Il Damaraland, con la visita al popolo Himba e quindi Swakopmund, unico porto mercantile sulla costa della Namibia.

Il viaggio in questo meraviglioso paese terminerà con la visita del Deserto del Namib, il più antico e spettacolare del mondo con le altissime dune di color albicocca.

Giorno 1: WINDHOEK - MONTE ETJO

Giorno 2: MONTE ETJO - PARCO ETOSHA

Giorno 3: PARO ETOSHA

Giorno 4: PARCO ETOSHA - VILLAGGIO HIMBA - DAMARALAND

Giorno 5: DAMARALAND - TWYFELFONTEIN

Giorno 6: DAMARALAND - SWAKOPMUND

Giorno 7: SWAKOPMUND 

Giorno 8: SWAKOPMUND - PARCO NAMIB NAUKLUFT

Giorno 9: PARCO NAMIB NAUKLUFT - SESRIEM CANYON

Giorno10: PARCO NAMIB NAUKLUFT - WINDHOEK

Giorno 11: WINDHOEK

Oman | Deserto e Spezie

Un territorio coperto per 4/5 dal deserto, una terra accogliente e genuina con una varietà di ambienti naturali; in fondo alla Penisola Arabica il Sultanato dell'Oman è pronto a farsi scoprire con le sue spiagge bianche, il suo deserto, i suoi wadi - i letti dei torrenti stagionali - e le sue verdi oasi.

Image by Anfal Shamsudeen
Image by Mr MaroX

Un viaggio in Oman è scoprire la sua cultura e la sua storia, tra remoti villaggi, tradizionali mercati, imponenti fortezze. Il nostro itinerario parte dalla capitale Muscat, racchiusa dalle vecchie mura e protetta da imponenti forti portoghesi e raccolta attorno al Palazzo del Sultano, per poi proseguire a sud incontrando il cratere di Bimah Sinkhole - lago di acque turchesi-,  canyon dalle grandiosi pareti rocciose ed altri scenari naturali indimenticabili.

Ci si divertirà poi sulle dune del deserto di Wahiba Sands con moderni 4x4 per provare i brividi del Dune bashing e terminare, al tramonto, con una cena sotto le stelle. Sulla strada del rientro scoprirete la vallata di Nizwa, caratterizzata da autentici villaggi e l’antico forte.

Prima di terminare col rientro a Muscat, sosta allo scenico Wadi Ghul per vedere le antiche rovine persiane ed a Jabal Shams, una delle montagne più alte del paese, da dove si gode di una vista mozzafiato sul Grand Canyon dell’Oman sottostante. 

Giorno 1: MUSCAT

Giorno 2: MUSCAT

Giorno 3: MUSCAT - BIMAH - WADI SHAB - SUR

Giorno 4: SUR - WADI BANI KHALID - WAHIBA SANDS

Giorno 5: WAHIBA SANDS - BAHIA - JABRIN - NIZWA

Giorno 6: NIZWA - JABAL SHAMS - MUSCAT

Giorno 7: MUSCAT 

Israele | Discover Israel

Millenni di storia e di fede, tradizioni e vicende che hanno forgiato questa terra dandole un anima che già ci sembra di conoscere. Israele vi accoglierà, per questo itinerario in auto, a Tel Aviv, città con ardite architetture contemporanee a fianco di quartieri tradizionali e capolavori Bauhaus.

Image by Shai Pal
Image by Snowscat

Da qui, poi, si proseguirà a nord percorrendo la strada costiera verso l’antica Cesarea per esplorare le rovine romane tra cui l’imponente teatro e acquedotto di 2000 anni e quindi Haifa, patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Le tappe successive vi porteranno indietro in quella sacralità che anima la regione, con un giro in auto attorno al Mare di Galilea, con sosta al sito famoso per il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci; proseguendo per le alture del Golan coi suoi panorami mozzafiato; visitando Nazareth, la città sacra dove Gesù trascorse parte della sua giovinezza quindi, salendo attraverso le montagne, la città “dorata” di Gerusalemme.

Un tempo capitale del regno di Giuda, è ora la città più contesa al mondo dalle tre religioni monoteiste. Dedicati due giorni alla città, vi dirigerete - infine - verso il deserto della Giudea fino al Mar Morto, il punto più basso della terra a quasi 400 metri sotto il livello del mare, per salire fino a Masada, una spettacolare antica fortezza. Ridiscesi lungo il Mar Morto non mancherà, ovviamente, l'occasione per coprirsi con il fango ricco di minerali e sperimentare un “galleggiamento” sul Mar Morto che molti credono abbia i suoi effetti terapeutici.

Al termine dell'itinerario il rientro a Tel Aviv.

Giorno 1: TEL AVIV

Giorno 2: TEL AVIV - JAFFA - HAIFA - TIBERIADE

Giorno 3: MAR DI GALILEA - GOLAN

Giorno 4: TIBERIADE - NAZARETH - BEIT SHEAN - GERUSALEMME

Giorno 5: GERUSALEMME

Giorno 6: GERUSALEMME

Giorno 7: GERUSALEMME - MASADA - MAR MORTO - GERUSALEMME

Giorno 8: GERUSALEMME - TEL AVIV

Giordania | Fascino Millenario

Fin dai tempi in cui le carovane di cammelli percorrevano la leggendaria Strada dei Re trasportando incenso in cambio di spezie, la Giordania ha sempre offerto grande ospitalità ricevendo in cambio monumenti spettacolari. 

Image by Rinaldo Vadi
Image by Brian Kairuz

Conosciuta da tutti per la famosa Petra, il paese è una vera e propria sorpresa che ogni giorno svela il suo patrimonio archeologico, naturalistico, storico e religioso.

In pochi chilometri quadrati e a qualche ora di volo dall'Italia, vi metterete al volante per la scoperta di un paesaggio variegato che saprà passare dalla scoperta di Amman -la capitale del regno Hashemita-, detta la “città Bianca” a causa delle pietre bianche usate nella costruzione delle case, al verde della valle del Giordano con siti archeologici come Umm Qais, arroccata su una splendida collina dominante la valle e il mare di Galilea, con un’impressionante strada colonnata, una terrazza a volte e le rovine di due teatri. 

E ancora: il castello di Ajlun, costruito dal feroce Saladino durante le sue imprese contro i crociati; il Monte Nebo, dove forse fu sepolto Mosè e dalla cui sommità la Terra Santa appare in tutta la sua bellezza.

La vera regina di questo tour rimarrà, comunque, Petra, città scavata nelle rocce rosa-rosse delle Montagne del Sharah. Passerete, poi, per il deserto del Wadi Rum, patrimonio dell’UNESCO dove sosterete in un campo tendato per trascorrere un’indimenticabile notte ad ammirare lo spettacolo notturno nel cuore del deserto. Sulla strada del rientro, infine, la visita di Betania, dove Gesù fu battezzato e proseguimento per il Mar Morto, tappa finale della vostra guida.

Giorno 1: AMMAN

Giorno 2: AMMAN - UMM QAIS - AMMAN

Giorno 3: AMMAN - JERASH - ALJOUN - AMMAN

Giorno 4: AMMAN - MADABA - MONTE NEBO - PETRA

Giorno 5: PETRA

Giorno 6: PETRA - PICCOLA PETRA - WADI RUM

Giorno 7: WADI RUM - BETANIA - MAR MORTO

Giorno 8: MAR MORTO - AMMAN 

Marocco | Oasi e Kasbah

Sarà la fama dei meravigliosi Riad che riempiono le città coi loro giardini nascosti, le maioliche colorate e le lanterne con la loro luce soffusa ed avvolgente oppure per la poca distanza il Marocco ha saputo vestirsi con un'aura di mistero ed esotismo come pochi paesi nordafricani hanno saputo fare.

Image by Mehmet Uğur Türkyılmaz

 La porta di ingresso in questo itinerario sarà Marrakech che, coi suoi ricchi contenuti culturali, la storia, i paesaggi ed il folklore, avvolge il viaggiatore in una magica atmosfera coi suoi colorati quartieri antichi.

Da qui si partirà poi alla scoperta di Zagora, quasi al confine con l’Algeria,e dove si sente il fascino della terra dei Touareg tra guglie decorate, minareti e architettura antica; poi Erfoud porta del deserto e quindi Merzouga, già una delle principali oasi dove le carovane si fermavano per trovare ristoro e raccogliere provviste.

Attraversate le suggestive Gole di Todra si arriverà alla "Hollywood d’Africa", Ouarzazate, così conosciuta anche per la presenza di importanti set cinematografici. Infine il rientro a Marrakech, per proseguire la scoperta della città o godersi un po' di relax.

Image by Thomas Lipke

Giorno 1: MARRAKECH

Giorno 2: MARRAKECH - TIFELTOUTE - ZAGORA

Giorno 3: ZAGORA - ERFOUD - MERZOUGA

Giorno 4: MERZOUGA - ERFOUD - GOLE DI TODRA - BOUMALNE

Giorno 5: BOUMALNE - OUARZAZATE - MARRAKECH

Giorno 6: MARRAKECH

Giorno 7: MARRAKECH

Giorno 8: MARRAKECH 

 
 
 
 
 

La vostra vacanza INAUTO è sempre disegnata su misura adattandola alle vostre esigenze. Contattateci per un preventivo.

inAUTO

1OOOMONDI sas
Corso Strada Nuova 77 - Pavia
p.iva 02358310189 aut.716/2011