logo_inauto.png
targa_italia.png
targa_europa.png
targa_mondo.png

FRANCIA

LA SAVOIA E I LAGHI DEI RE

Un itinerario che percorre la zona dei laghi alpini francesi, nella regione della Savoia, che oltre ad annoverare le cime alpine più alte ospita i laghi alpini più suggestivi e più belli. Una regione che, con i suoi colori, il suo cielo un po' velato, il suo verde, il suo charme del passato, offre paesaggi unici.

Attraversato il traforo del Monte Bianco, arriviamo a Chamonix, dove "la Francia tocca il cielo" e dove non perderete il tramonto che veste di porpora e il massiccio.

Da qui, tappa successiva sarà il Lago Lemano, sulla sponda sud, in un villaggio diviso in due dalla frontiera e dove all'orizzonte si profilerà il Castello di Chillon, costruito dai Savoia quando dominarono le due rive del lago. Si proseguirà, così, per Evian, bella città termale, con il garbato carattere di quelle città costruite nella seconda metà dell'800.

Lasciato il lago di cui Byron, forse pensando al grigiore del mare, si entusiasmò tanto, ci si porterà ad Annecy, la città santa dei Savoia. La sua posizione sul lago incassato tra le montagne, ha conservato intatto il centro storico con portici, voltoni ed i canali che portano l'acqua azzurra delle Alpi.

Tra le case si erge il castello sabaudo elegante come una reggia. Si riprende poi il viaggio, diretti al lago di Bourget, il più vasto e più profondo dei laghi francesi, che prende il nome dal villaggio che si trova alla estremità sud e che ospita una bella chiesa ed un castello donato da Umberto Biancamano ai monaci di Cluny, pe rpoi procedere verso la piccola capitale di Aix-les-Bains, bella città termale con 2000 anni di storia risalenti all'epoca romana dell'imperatore Graziano.

Sul lago, l'abbazia certosina di Altacomba, ricostruita da Carlo Felice e dove riposano 41 principi di casa Savoia e l'ultimo Re d'Italia. Pochi chilometri ed arriviamo a Chambery, vecchia capitale del Ducato e con il castello che fu reggia dei Savoia, al cui interno vi era Santa Cappella dove era ospitata la Sindone. Sulla via del ritorno sosta a Saint Jean de Mauriemme, con una splendida cattedrale gotica di cui è canonico onorario il capo dello Stato francese e dov'è sepolto il capostipite di Casa Savoia Umberto Biancamano.

Siamo sulla strada del ritorno dove la via del traforo faciliterà il rientro in Italia.

Giorno 1: ITALIA - CHAMONIX

Giorno 2: CHAMONIX

Giorno 3: CHAMONIX - ANNECY

Giorno 4: ANNECY

Giorno 5: ANNECY - CHAMBERY

Giorno 6: CHAMBERY - ITALIA

5 pernottamenti e prime colazioni

Sistemazione in hotel 3 e 4 stelle

Assicurazione multirischio

Assicurazione Annullamento e rischio Covid-19

RIF. VE21FI

inAUTO

1OOOMONDI sas
Corso Strada Nuova 77 - Pavia
p.iva 02358310189 aut.716/2011

CONTATTI